• 18 Luglio 2014

LES MARÉCOTTES (SVIZZERA) – Ancora Manuel Senni e ancora il Team Colpack protagonisti sulle strade del 51° Giro della Valle d’Aosta. Ventiquattro ore dopo il bellissimo successo di Cervinia, il romagnolo ha concesso il bis vincendo in solitaria anche oggi la seconda tappa, 120,6 chilometri da Martigny a Les Marécottes, in Svizzera. Secondo il nazionale norvegese Odd Christian Eiking e terzo l’austriaco Patrick Bosman della Tirol Cycling Team.

È un Senni rigenerato quello visto in questi giorni a le “Petit Tour”, un Senni tranquillo, sicuro di sé e delle proprie qualità, mai espresse a pieno finora. Capace di lottare anche contro qualche imprevisto e qualche incidente di percorso, sicuramente il più forte in salita finora. Seconda vittoria di tappa, la terza della stagione e sulle spalle la maglia gialla di leader della prestigiosa corsa internazionale, sfilata proprio oggi al colombiano Bernardo Suaza Arango.
Grande Senni, ma anche oggi grande tutta la Colpack.

La formazione diretta da Antonio Bevilacqua e Gianluca Valoti ha offerto ancora una volta una prestazione eccellente. Prima ha inserito nella fuga iniziale di 32 uomini tre dei suoi ragazzi e vale a dire Iuri Filosi, Davide Martinelli e il pescarese Giulio Ciccone, secondo ieri dietro Senni, il meglio piazzato in classifica generale e che oggi aveva dovuto subito recuperare terreno dopo una caduta al 15° km di gara. Situazione ideale per la squadra bergamasca con i colombiani costretti ad uscire allo scoperto per ridurre il gap. Ripresa la fuga corposa è andato all’attacco Simone Andreetta della Zalf rimasto in avanscoperta per diversi chilometri. In discesa dopo il Gpm di Col des Plaches, a meno 25 km dal traguardo, è entrato in azione Manuel Senni che tutto solo si è lanciato all’inseguimento di Andreetta. Ripreso l’avversario, a meno 10 chilometri dall’arrivo la sfortuna fermava il romagnolo della Colpack, vittima di una foratura. Immediatamente assistito dal cambio ruote, risale in sella e si ributta all’inseguimento di Andreetta. Lo riprende e sulla salita finale lo stacca e tutto solo si lancia verso un altro magnifico successo personale e di squadra. Una vittoria che gli regala anche la maglia di leader della classifica generale e quella a punti. Ottavo posto di giornata per il bravo Edward Ravasi che sale anche al quarto posto in classifica generale, dove è settimo Giulio Ciccone.
Domani trasferimento in Francia per la 3/a tappa da Chatel a Morillon Les Esserts, un’altra giornata dura con tanta montagna.

 

 

 

Leave a comment