• 19 Ottobre 2011

BERGAMO (BG) – Il nono posto del giovane Manuel Senni domenica scorsa a Somma Lombardo, nel Varesotto, al termine del 55° Gran Premio Somma ha chiuso ufficialmente la stagione agonistica 2011 del Team Colpack.
Un annata nella quale non sono mancate le soddisfazioni e che ha tracciato le linee guida per il futuro (nella foto Rodella, tutto il gruppo).

Partiamo dai numeri: 12 le vittorie ottenute dalla formazione bergamasca, con ben 8 corridori differenti.
A segno sono andati 3 volte Andrea Di Corrado, 2 volte a testa Stefano Locatelli e Davide Villella, poi un successo per Davide Orrico, Joshua Edmondson, Stefano Perego, Giacomo Mossali e Gianfranco Zilioli.
Vanno aggiunti poi anche titolo regionale lombardo degli Under 23 con Davide Villella, il titolo provinciale bergamasco degli Under 23 portato da Stefano Perego, la Classifica finale dei Gpm del Giro delle Pesche Nettarine con Edoardo Zardini e la Classifica a squadre finale della stessa corsa a tappe romagnola. Poi ancora 12 secondi posto, 15 terzi posto e numerosissimi altri piazzamenti in giro per tutta l’Italia.

“Mettiamo in archivio una buona stagione – ha commentato il direttore sportivo Gianluca Valoti la cosa davvero importante è che dei 20 corridori in organico ben otto sono riusciti a vincere. Questo è il risultato più bello per noi perché vuol dire essere riusciti a dare a tutti il proprio spazio e la possibilità di togliersi delle soddisfazioni, magari anche rinunciando a qualche vittoria in più a livello di squadra”.

Comunque non manca qualche motivo di rammarico: “Siamo mancati alla vittoria in qualche grande appuntamento come il Campionato Italiano e il Giro d’Italia – ha continuato Valoti – ma in ogni modo ci siamo sempre comportati bene. La squadra si è sempre fatta vedere, spesso e volentieri, anche in gare di livello internazionale, siamo stati noi a prendere in mano l’iniziativa risultato sempre tra le migliori squadre a livello generale”.

Il 2011 segna il passaggio al professionismo di due atleti di punta della formazione orobica come Stefano Locatelli ed Andrea Di Corrado che l’anno prossimo vestiranno la maglia della Colnago – Csf Inox. Un altro obbiettivo raggiunto. “Le vittorie sono sempre importanti – ci spiega Valoti – ma l’obbiettivo numero uno che poniamo ai nostri ragazzi è il passaggio al professionismo. Diciamo che se Locatelli era un predestinato ancora più soddisfazione ci ha dato vedere realizzato il sogno di Di Corrado perché fin dall’inizio abbiamo creduto nelle potenzialità di questo ragazzo”.

Uno Stefano Locatelli che però, dal punto di vista dei risultati, è andato un po’ al di sotto delle aspettative. “Non è riuscito a centrare quello che era il suo principale obbiettivo: il Giro d’Italia dei Dilettanti. Ma non si può dire che sia andato piano. Certamente da lui ci si aspettava qualche risultato in più, ma spesso è stato bersagliato anche dalla sfortuna. Ha comunque dimostrato di poter far bene sui percorsi impegnativi. Il passaggio tra i prof e nuovi stimoli non potranno che fargli bene”.

Per il 2012 se ne vanno Locatelli e Di Corrado ma resta una squadra solita con elementi di

Leave a comment