Samuele Zoccarato e Tommaso Rigatti, altri due rinforzi per il Team Colpack 2020
  • 20 Novembre 2019

BERGAMO (BG) – Il Team Colpack annuncia altri due tasselli molto importanti per la costruzione della rosa 2020. Si tratta del padovano Samuele Zoccarato, classe 1998, proveniente dalla IAM Excelsior e del trentino Tommaso Rigatti, classe 1998, proveniente dalla General Store.

Samuele Zoccarato esordisce con i ringraziamenti: “Vorrei ringraziare la IAM Excelsior perché mi ha permesso di fare un’esperienza internazionale pazzesca, con un calendario sia Under 23 che professionistico e per me è stata anche un’esperienza di vita. Per il prossimo anno ho scelto il Team Colpack perché penso sia una delle migliori squadre, con un’organizzazione che è molto professionale e che ha molti contatti con il mondo professionistico. Fin da subito hanno detto di credere in me e non vedo l’ora di ripagare con i risultati”.

Il veneto è determinato per il 2020: “Dal prossimo anno, personalmente, mi aspetto molto. Per me sarà l’anno decisivo, il quarto tra gli Under 23. Nel 2019 ho avuto parecchi alti e bassi, causati da guai fisici e da malattie e quindi deve essere una stagione molto importante in cui voglio fare bene nelle gare internazionali, soprattutto, nelle classiche di primavera, al Giro Under 23 e anche ai Campionati Italiani sia su strada che a cronometro”.

Esprime entusiasmo anche Tommaso Rigatti: “Sono orgoglioso che il Team Colpack mi abbia richiesto perché la ritengo la squadra ideale per crescere ancora e provare fare il salto nei professionisti. Sicuramente uno dei primi obbiettivi per il prossimo anno è quello di migliorarmi ancora rispetto alla stagione scorsa e soprattutto far bene nelle gare internazionali. Sarà l’anno decisivo e quindi conto di vivere una grande stagione. Con la squadra abbiamo valutato il calendario e ci siamo già posti degli obbiettivi”. In conclusione, i ringraziamenti: “Voglio ringraziare la General Store per quest’anno passato insieme e soprattutto perché mi ha fatto crescere molto e ottenere risultati che anch’io non pensavo di poter raggiungere”.