• 27 Aprile 2012

BERGAMO – Le ultime settimane sono state ricche di soddisfazioni per il Team Colpack, con i due successi di Zardini e Villella, i tanti piazzamenti raccolti, ultimo il terzo posto di Davide Villella al Gran Premio Liberazione di Roma, dove la squadra è stata grande protagonista (nella foto Rodella, Fonzi, Villella e Orrico in fuga a Roma).

Come al solito le ultime gare ce le faremo raccontare dai ragazzi attraverso i loro post sul profilo Facebook della squadra.
Ma prima vediamo quali saranno i prossimi appuntamenti della squadra.

Domenica 29 aprile doppio impegno: il primo all’internazionale 25° Gran Premio Industrie del Marmo a Carrara, mentre un altro gruppo sarà di scena a Vittorio Veneto (Treviso) per la 57/a Medaglia d’Oro Frare De Nardi.
Di nuovo in sella anche martedì 1° maggio con un altro doppio impegno. Per i giovani Under 21 in programma la 57/a Coppa 1° Maggio a Stagno Lombardo (Cremona). Altro appuntamento internazionale invece a Cavriago (Reggio Emilia) con il 42° Trofeo Papà Cervi.
Poi da mercoledì 2 maggio si parte per la prima gara a tappe dell’anno, il Giro del Friuli Venezia Giulia.
Ma come promesso andiamo ancora una volta a seguire i commenti dei ragazzi sul profilo Facebook del team.

Davide Orrico
Iniziamo facendo i complimenti al mio ex compagno di camera e scampagnate Dico che oggi ha centrato la sua prima nella massima categoria … Bravo Dico !
Ieri a Roma abbiamo cercato di cercare anche noi di fare bottino pieno in una gara che si presentava piena di imprevisti … Il circuito del Liberazione a Roma pur essendo un circuito cittadino è tutto fuorché prevedibile e facile da affrontare
La corsa è stata veloce sin dalle prime battute e molto combattuta fino a quando a 8 giri circa dalla conclusione i miei compagni Fonzi e Villella rompono gli indugi e attaccano in coppia … Quella che si presentava come un’azione avventata è stata poi l’azione decisiva che ha deciso la corsa … Al loro inseguimento infatti usciamo io, Barbin e Fedi che in pochi km riusciamo a colmare lo svantaggio.
L’accordo in testa era pari a zero , tutto il peso della fuga era sulle spalle mie e di Fonzi e Ville fino a quando a pochi km dal traguardo io e Beppe perdiamo contatto e Ville rimane solo con loro 2 a giocarsi la corsa … Purtroppo sappiamo tutti poi com’è andata a finire.
Solo qualche rimpianto per non aver tenuto duro ancora qualche km ma avevo proprio finito la benzina … Ci riproveremo, non so dove, ma ci riproveremo
Stay tuned

Giacumí MoSs Mossali
Nerviano; gara piatta con sette giri iniziali grandi e sei piccoli.. Nei primi giri grandi non é andata via nessuna fuga poi in quelli piccoli sono iniziati gli scatti e solo a due giri dalla fine si sono staccati in una decina con Mammini ma il gruppo ha controllato riprendendoli a meni di un km dall’arrivo.. Sensazioni abbastanza buone vediamo domenica.. Ciaooo

Michele Bertoli
‎25 aprile – Nerviano (MI) : corsa di 150 km completamente pianeggianti , il percorso si divideva su due circuiti; il primo di 16 km da ripetere 7 volte ed il secondo, più piccolo, di 6 km per 6 tornate. La media subito elevata ( alla fine sarà di 47km/h) non ha permesso spazio ai vari tentativi. In finale, ad una quindicina di chilometri all’arrivo,si muovono un decina di atleti con il nostro Mammini. Sinceramente la fuga l’abbiamo avuta quasi sempre nel mirino nonostante le curve del centro abitato , tuttavia &egr

Leave a comment